Vivere con i detenuti: Ornella Favero racconta 17 anni di volontariato nel carcere di Padova

RistrettiOrnella Favero si è avvicinata alla realtà carceraria nel 1997 quasi per caso grazie alla sorella, insegnante nella scuola media del carcere. Entrata per tenere delle lezioni di giornalismo e per dare una mano nella gestione della biblioteca interna, si è da allora interamente dedicata all’attività di volontariato a fianco dei detenuti.

Ha fondato e dirige la rivista “Ristretti Orizzonti“, un importante punto di riferimento a livello nazionale sul mondo della detenzione. Attraverso l’attività giornalistica, cui si affiancano attività formative, convegni e scambi culturali, Ornella Favero si propone di avvicinare il carcere al mondo esterno, anche per svolgere un’azione preventiva contro le devianze.

 “Nessuno pensa mai di poter finire in carcere, nessuno pensa che la reclusione possa riguardare una persona vicina a noi: invece i detenuti non sono persone così diverse dalle altre. Quello che le ha portate in carcere è un lento processo di scivolamento”